Spoleto, appello del City Forum: “Urgente focus su ospedale con proposta per la Regione”

appello

L’appello è stato lanciato nei confronti del sindaco, del presidente del consiglio comunale e della giunta e consiglieri comunali di Spoleto

Con una lunga lettera, il City Forum lancia un appello nei confronti del sindaco, del presidente del consiglio comunale e della giunta e consiglieri comunali di Spoleto sulla questione ospedale. 

Eccola di seguito:

“Da anni ormai si discute intorno al nostro Ospedale e alla Sanità territoriale in genere. Le associazioni aderenti al City Forum hanno sempre cercato di tenere viva l’attenzione su questa problematica che racchiude in se valenze legate alla salute, al lavoro, al sociale ed all’economia del Comprensorio. Tanta strada è stata percorsa per trovare una soluzione definitiva atta a tranquillizzare la nostra comunità. Non vogliamo ritornare sulle cose ormai superate, ma creare un focus su quelle che è opportuno attuare nei prossimi mesi, lasciando da parte richieste che, pur se apprezzabili, a priori appaiono già prive di rispondenza positiva. A nostro avviso, soprattutto dopo le recenti affermazioni del Direttore Generale dell’ASL2, dr. De Fino, occorre concentrarci solo su una istanza da avanzare alla Regione:

PREDISPORRERE IMMEDIATAMENTE UN PROGETTO DI RAZIONALIZZAZIONE DEI SERVIZI SANITARI FRA GLI OSPEDALI DI SPOLETO E FOLIGNO, NONCHE’ PER QUELLI TERRITORIALI, COMPRESA LA VALNERINA, DA PRESENTARE SUCCESSIVAMENTE SUL TAVOLO DOVE SI DISCUTERÀ DEL NUOVO PIANO SANITARIO REGIONALE.                               

Su quel tavolo, che sarà decisivo, i nostri tre comprensori, dovranno andarci uniti per avare più forza contrattuale. Non possiamo più continuare con propositi, promesse e rattoppi. Occorre mettere nero su bianco: SUBITO!!!!!!

Solo su questo dobbiamo sviluppare un effetto laser! Anche perché il nostro Ospedale, per la riconversione al Covid, ha subito un pesante stravolgimento strutturale interno, fattore questo che ci crea forti perplessità sulla sua destinazione futura.

Il Consiglio Comunale di Spoleto ha già approvato un documento che prevede tutto ciò e che contiene la proposta a suo tempo presentata proprio dal City Forum. Che la Regione parta da questa!!!!!! Anche perché tale proposta è stato il frutto di un lavoro di studio e ricerca di persone, interne ed esterne al City Forum, che hanno messo in campo tutte le loro provate competenze, attingendo anche in parte dall’analogo documento a suo tempo elaborato dai famosi Sei Saggi. Per questo motivo il nostro appello è rivolto a Voi, massimi rappresentanti istituzionali locali, Voi che autorevolmente rappresentate la nostra Città, chiedendoVi di di sostenere con forza questa rivendicazione in tutte le sedi possibili.          

Dal canto nostro, nelle prossime ore, adotteremo le seguenti iniziative:

  • Posizioneremo una roulotte in piazza della Vittoria che diventerà il Punto di Ascolto City Forum, con una lampada accesa, che rimarrà tale fino a che non ritorneranno i servizi ed i reparti al San Matteo;
  • Organizzeremo una prima video conference pubblica con tutti i Sindaci della Valnerina, di Castel Ritaldi, di Campello e, ovviamente, di Spoleto, con previsione di ripetere l’iniziativa con i rappresentanti di Foligno e Comuni limitrofi;
  • Chiederemo un incontro urgente con la Presidente della Regione, Donatella Tesei, al fine di ribadire questa nostro proposito e farci aggiornare sui tempi di ripristino dei reparti al San Matteo, in virtù degli impegni dalla stessa assunti e in previsione della scadenza, il prossimo 31 gennaio,dell’ordinanza regionale specifica;
  • Raccoglieremo tutte le proposte e le istanze che, chi vuole, potrà presentarci per consolidare tale proposta di azione.
  • Promuoveremo interviste presso il Punto Ascolto, con tutti coloro che vorranno esprimere il proprio pensiero sul problema ospedale;
  • Organizzeremo manifestazioni pubbliche, con il coinvolgimento dei cittadini, a supporto di questa nostra richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *