Scuole: ancora polemiche

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Alleanza Civica sempre in merito allo spinoso tema delle scuole.
SCUOLE … NIENTE RISORSE!
La Giunta Sisti fino ad oggi non ha destinato alcuna risorsa per le scuole e adesso cerca soluzioni
rabberciate, e forse non idonee, mentre ha previsto oltre 1.3 milioni di euro di cofinanziamento perla copertura dello stadio, che sarà pure utile, ma non certo prioritaria come la necessità di fornirespazi idonei per garantire il diritto/obbligo allo studio!
Quando il 18 ottobre u.s. il Sindaco Sisti durante la riunione con i genitori ha promesso di trovare
una soluzione al problema degli alunni della scuola Sordini e Dante Alighieri in una sola settimana, aveva il piglio del mago Gandalf della saga del Signore degli Anelli.
Oggi però, a distanza di circa un mese, sembra più il mago Forest di Zelig!
Infatti, il Sindaco, da un lato ha annunciato che i moduli per ospitare i ragazzi sarebbero stati pronti subito dopo le vacanze di Natale e di avere individuato lo spazio dove posizionarli, dall’altro non ha previsto l’imprescindibile variazione di bilancio per la messa a disposizione delle risorse necessarie al loro noleggio/acquisto; da un lato, ha reso noto che la procedura per l’acquisizione dei moduli sarebbe stata veloce e senza intoppi, con tanto di conferma da parte dell’Assessore Renzi, la quale, durante l’incontro con i genitori, ha dichiarato di avere già avviato i contatti con la ditta fornitrice, dall’altro l’approvazione della variazione di bilancio non è stata fatta, né durante il consiglio comunale del 9 novembre, come era stato comunicato dall’Amministrazione, né tanto meno durante quello del 16 novembre, che rappresentava anche l’ultima possibilità di effettuarla entro l’anno.
In realtà sono stati previsti 60 mila euro per un ipotetico affitto di locali da adibire a scuola.
Ed anche qui il Sindaco, con un barbatrucco, ha dato il meglio di sé, intavolando una trattativa e
facendo i sopralluoghi ancora prima di pubblicare la manifestazione pubblica per ricercare
l’immobile.
Rimanendo sulla trama della comicità, sembra di rivedere Totò nei panni del Cavalier Ufficiale
Antonio Trevi, quando prova a vendere la fontana di Trevi a Decio Cavallo, ribattezzato
“Caciocavallo”.
Proviamo a sdrammatizzare, perché e l’unico modo per non piangere.
Goffo, poi, è stato il tentativo della Dirigente finanziaria di prevedere la spesa per l’affitto del locale da adibire a scuola, senza che ci fosse un atto ufficiale, fatto salvo giustificarsi, dicendo che questi soldi potrebbero essere utilizzabili anche per i moduli. Peccato abbia omesso che 60 mila euro basterebbero solo per poco più di due mesi di affitto, e se così fosse sarebbe un’ammissione di previsione sbagliata!
Forse ancora peggio è stato il capogruppo Cesaretti, lo stesso che alcuni consigli comunali fa ha
rifiutato la trattazione urgente di una nostra interpellanza sulla questione scuole e che ora promette risorse per il 2024, manco fosse l’assessore al bilancio.
Forse gli sfugge un piccolo dettaglio e cioè che il problema esiste dai primi mesi del 2023, senza
che finora abbiano fatto assolutamente nulla.
E visto come stanno gestendo la vicenda delle scuole, siamo preoccupati per quali spazi scolastici
alternativi l’Amministrazione comunale metterà a disposizione per lo svolgimento delle lezioni e
per come la trattativa per l’individuazione degli stessi potrebbe essere condotta.
Comunicato stampa Alleanza Civica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *