Spoleto, progetto di assistenza domiciliare “Home Care Premium”

caregiver

Progetto di assistenza domiciliare. Durata dal 1° Luglio 2022 al 30 Giugno 2025

L’INPS ha recentemente pubblicato il Bando Pubblico del Progetto di Assistenza Domiciliare HOME CARE PREMIUM 2022, che prevede l’attivazione dal 1 Luglio 2022 di interventi di assistenza domiciliare ed economica, per un massimo di 35.000 richieste su scala nazionale, per i dipendenti ed i pensionati pubblici iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, per i loro coniugi, per i parenti di primo grado anche non conviventi, i soggetti uniti da unione civile e i conviventi ex lege n. 76 del 2016, i fratelli e le sorelle e gli affini di primo grado del titolare (se questi ne è tutore o curatore), non autosufficienti. I titolari di pensione di reversibilità del coniuge dipendente o pensionato pubblico, non potranno presentare domanda.

La domanda può essere presentata dal 1° luglio 2022 fino alle ore 12,00 del 31 gennaio 2025 dal richiedente esclusivamente per via telematica, accedendo all’area riservata MY INPS all’interno del sito istituzionale dell’INPS (inps.it). Il Bando è scaricabile su https://bit.ly/3w6k6yb.

Il Comune di Spoleto ha attivato uno Sportello per offrire supporto informativo e/o per la compilazione della domanda alle persone residenti nella Zona sociale di Spoleto (Spoleto, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi) e della Zona sociale Valnerina, in via San Carlo 1 aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, il lunedì e il giovedì pomeriggio anche dalle 15.00 alle 17.30.

È possibile fare riferimento a Marta Martini, Cinzia Placidi e Cinzia Calef ai numeri 0743.218715 e 0743.218735, o all’indirizzo email marta.martini@comune.spoleto.pg.it.

Per poter presentare la domanda è necessario essere in possesso di uno dei sistemi di autenticazione alternativi: il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), la Carta d’Identità Elettronica (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) del beneficiario. Se il beneficiario non possiede lo SPID o è impossibilitato ad ottenerlo, può delegare un’altra persona ad accedere ai servizi dell’INPS. Il delegato può accedere ai servizi dell’INPS al posto del delegante. La richiesta di delega deve essere effettuata tramite gli sportelli INPS.

Il richiedente inoltre deve presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica valida ai fini del rilascio dell’attestazione ISEE socio-sanitario relativo al nucleo familiare del beneficiario.

Il contributo massimo erogabile a persona può arrivare, per un disabile gravissimo con un ISEE inferiore agli € 8.000,00 annui ad € 1.380,00 mensili + servizi a domicilio in base al grado di disabilità e all’ISEE in corso di validità. A tale cifra massima verrà detratta l’indennità di accompagnamento, la pensione di invalidità per ciechi e sordi, e altri contributi come l’assegno di cura.

Spoleto, martedì 17 gennaio 2023

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *