Umbria, per il Tar resta invariato il calendario venatorio

Con la sentenza numero 8 del 10 gennaio il Tribunale amministrativo regionale ha confermato le date del calendario venatorio regionale per la stagione 2022-2023 a fronte del ricorso presentato da alcune associazioni ambientaliste che chiedevano la chiusura anticipata per determinate specie.

A renderlo noto è il vicepresidente della Regione e assessore alla Caccia, Roberto Morroni, che esprime grande soddisfazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *