Spoleto, 34enne positivo al Covid trovato in giro: “Ero a fare le condoglianze ai familiari di un morto”

contagio

Probabilmente si è giustificato dicendo una bugia, che però intanto gli è costata la denuncia per epidemia. Un uomo di 34 anni residente a Foligno stato fermato ieri mattina allo svincolo di Spoleto Nord dagli uomini del commissariato mentre viaggiava in auto con la fidanzata di 21 anni. Il soggetto, extracomunitario e con precedenti di polizia, il 10 gennaio scorso era risultato positivo al Covid-19 e per questo era sottoposto a quarantena. 

La fidanzata agli agenti ha detto di non essere a conoscenza della positività al virus del compagno, mentre lui ha spiegato che pur sapendo che non sarebbe potuto uscire di casa lo ha fatto lo stesso perché si era voluto recare a fare le condoglianze ai familiari di un parente morto alcuni giorni prima. Tuttavia, il 34enne di Foligno non ricordava l’indirizzo né il nome del deceduto o dei familiari ed è stato denunciato alla Procura di Spoleto per epidemia.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *