Foligno, la città della Quintana piange per la scomparsa di Silvia Paolucci

Si sono tenuti venerdì 19 febbraio, a Foligno, presso la chiesa di San Giuseppe Artigiano i funerali di Silvia Paolucci, biologa evoluzionista che, dopo aver studiato e svolto l’attività di ricerca universitaria tra Paesi Bassi e Svizzera (con qualche periodo in Finlandia), da fine 2016 era tornata nella sua città natale, Foligno appunto, insieme al marito e alla figlia Arianna, continuando a occuparsi di ricerca scientifica lavorando nel campo della comunicazione della scienza e della divulgazione (numerose le sue collaborazioni con il festival di Scienza e Filosofia e instancabile la sua attività presso il Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno) e come docente di scuola secondaria.

Silvia ci ha lasciati mercoledì sera, a soli 39 anni.

Di seguito il link a un articolo scritto da Silvia stessa e pubblicato sul blog de L’Espresso il 13 ottobre scorso, in occasione della Giornata del tumore al seno metastatico. Lo facciamo perché crediamo sia importante conoscere la storia/testimonianza di Silvia, sia perché pensiamo sia altrettanto importante diffondere il suo messaggio: 13 ottobre, giornata del tumore al seno metastatico: a Silvia

Qui invece, per chi volesse, il link per fare una donazione in ricordo di Silvia

4 Responses

  1. Una grande persona. Un grande cuore. Una grande professoressa. Una grande perdita. RIP

  2. Riposa In Pace brava Silvia e che abbia la benedizione di Dio…

  3. Una storia straziante.. Riposa in pace dolce guerriera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *