A Cascia si celebra la messa in lingua araba

cascia

Giovedì 22 ottobre la Santa Messa in lingua araba per portare Santa Rita al popolo libanese, in diretta streaming dalla Basilica di Cascia

È un evento eccezionale quello di “In preghiera con Santa Rita per il Libano”, l’iniziativa che da giovedì 22 ottobre, alle 17:00 (18:00 in Libano), per la prima volta nella storia vedrà celebrata nella Basilica di Santa Rita di Cascia una Santa Messa in rito Maronita e lingua araba. Voluta per far arrivare l’abbraccio di Santa Rita alla Terra dei Cedri e al suo popolo molto devoto, la celebrazione sarà la prima di una serie di appuntamenti, in programma una volta al mese fino a maggio 2021. I devoti potranno partecipare anche dal Libano, collegandosi al canale YouTube del Monastero Santa Rita da Cascia youtube.com/monasterosantarita, dove le celebrazioni saranno trasmesse in diretta streaming. A chiudere ogni Santa Messa, il passaggio all’urna che custodisce il corpo della santa, con una preghiera di affidamento a Santa Rita per il Libano, scritta per l’occasione. In presenza o in modo virtuale, la funzione religiosa è aperta a tutti.

“Vogliamo portare la consolazione, la vicinanza e soprattutto la speranza di Santa Rita nelle case di ogni devoto in Libano, raggiungendo anche chi non può muoversi e sta vivendo delle difficoltà”. Così P. Luciano De Michieli, neo rettore della Basilica di Santa Rita, ha descritto l’iniziativa, che lui stesso ha ideato, trovando subito appoggio nella Priora del Monastero Santa Rita da Cascia, Suor Maria Rosa Bernardinis e in tutta la comunità. “Le monache – ha continuato l’agostiniano – da 20 anni, ogni giorno recitano il rosario per il popolo libanese, storicamente afflitto da guerre e instabilità. Una situazione drammatica, peggiorata dalla pandemia e dall’esplosione di agosto al porto di Beirut. Il nostro è un cammino da fare insieme, verso la festa di Santa Rita del 22 maggio 2021”.

La grande devozione dei libanesi a Santa Rita, a Cascia è rappresentata dalla statua della santa scolpita proprio nella pietra libanese e posta all’ingresso della città. Il monumento, finanziato dal devoto Sarkis Sarkis e realizzato dal noto artista libanese Nayef Alwan, è stato inaugurato nell’ottobre 2015, dopo essere stato benedetto da Papa Francesco, in piazza San Pietro a Roma. Per il quinto anniversario, all’interno della Santa Messa con rito Maronita, il Comune di Cascia, con la partecipazione della popolazione e del Monastero Santa Rita da Cascia, donerà 13.000 euro alla scuola Santa Rita della città libanese di Dbayeh.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *