Spoleto, il Comune perde la causa da 600mila euro con l’Inps

ex-convitto-femminile

Non entreranno nella casse comunali i 600mila euro di tassa di occupazione pubblica che il Comune di Spoleto aveva richiesto all’Inps per i ponteggi dell’ex convitto femminile. 

Gli avvisi di pagamento 2013-2018 sono stati impugnati dall’Inps davanti alla commissione tributaria provinciale che ha accolto il ricorso e li ha annullati, riconoscendo a Inps l’esenzione. 

Le impalcature, comunque, nel frattempo sono state rimosse, anche se lo stabile di viale Matteotti è tutto da riqualificare. La proprietà, poi, non è più di Inps che lo scorso anno ha conferito l’immobile a Invimit. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *