Spoleto-Norcia in MTB: 2mila partecipanti per la sesta edizione

MTB

Una manifestazione che ha visto impegnati i cittadini di Spoleto e i tanti turisti arrivati in città per l’occasione

192 donne, 1808 uomini, il bimbo più giovane, Bruno, di soli 6 mesi trasportato dal papà,  il più anziano, Brunori Franco di Foligno e la donna più anziana Felici Antonietta di Spoleto. 1225 italiani, 2 inglesi, 2 bulgari, 1 svizzero, 1 americano e ancora ciclisti provenienti dalla Francia, dall’Argentina, dall’Ungheria, dalle Filippine, dalla Lituania e 1 da Israele, 5 comuni (Spoleto, Cerreto, Vallo di Nera, Scheggino e Sant’Anatolia di Narco), più di 100 volontari, famiglie, 10 associazioni, 5 percorsi cicloturismo per un totale di 400 km interamente segnalati e ripuliti dai volontari e dal gruppo MTB Spoleto, 30 eventi collaterali, 3 spettacoli in piazza Garibaldi e 2 convegni. Questi i numeri della sesta edizione de La Spoleto Norcia in MTB. 

Al nastro di partenza in piazza Garibaldi assieme ai 2000 ciclisti, divisi per grigie di partenza, l’Assessore Regionale Giuseppe Chianella, l’assessore allo Sviluppo Economico  e al Turismo, Ada Urbani, Daniela Isetti vice Presidente vicario della Federazione Ciclista Italiana, la conduttrice televisiva Barbara Pedrotti e il DJ Marco Cavallo, la giornalista e autrice del libro “La bici della Felicità” Ludovica Casellati, Elena Martinello sport blogger e co-fondatrice del progetto Ride Like a Girl e Luca Panichi, impegnato nella cronoscalata in carrozzina,  insieme al Presidente de La Spoleto Norcia in MTB, Luca Ministrini.

Questo è il momento più emozionante di un lavoro di squadra – che ci ha visto impegnati per mesi e mesi. Sono 6 anni che rivivo ogni volta questa emozione e mi commuovo. Vedere nella mia città cosi tanti partecipanti, ciclisti, amici, famiglie, amministrazioni, i nostri partner che credono in noi e che insieme collaborano a questo grande evento, il più grande del centro Italia, mi rende orgoglioso e mi ripaga ogni volta della grande fatica. Siamo una grande squadra e come in tutte le squadre il senso d’appartenenza ci distingue e ci offre sempre nuovi stimoli e maggiori significati per la nostra vita e quella della nostra comunità.”

Tre giorni intensi per la città di Spoleto che ha fatto vivere tutti i turisti e i suoi abitanti con l’evento principale, la pedalata, ma anche con gli eventi collaterali. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *