Spoleto, raccolta differenziata: in crescita i dati del primo quadrimestre 2019 [FOTO]

Migliorano i dati relativi alla raccolta differenziata nel Comune di Spoleto. I numeri registrati nel primo quadrimestre del 2019, ossia fino al 30 aprile, hanno fatto registrare un incremento percentuale pari all’8.2% rispetto al 2018.

navigate_before
navigate_next

La notizia è stata data questa mattina nel corso della conferenza stampa che si è svolta a Palazzo comunale alla presenza del Sindaco Umberto de Augustinis, dell’assessore con delega alle partecipate Alessandro Cretoni, del Presidente della Valle Umbra Servizi Lamberto Dolci e del Direttore Generale VUS Walter Rossi.

Con una percentuale di raccolta differenziata arrivata al 56%, dopo un 2018 chiuso con il 47.8%, la VUS si prepara ad implementare, entro il mese di luglio, anche il servizio porta a porta. Saranno infatti 3.200 le utenze che, tra San Martino in Trignano, Baiano e San Giovanni di Baiano, verranno servite dalla raccolta dell’organico e dell’indifferenziato, che si andrà ad aggiungere al porta a porta già attivo per carta e plastica.

“C’è ancora molto da fare, ma i risultati che stiamo ottenendo, anche attraverso il miglioramento del servizio di raccolta differenziata porta a porta ci dicono che la strada intrapresa è quella giusta – sono state le parole dell’assessore Cretoni in apertura di conferenza – Stiamo lavorando bene anche sul fronte dell’educazione ambientale e della sensibilizzazione all’interno delle scuole, prova ne è il premio ottenuto dai ragazzi della scuola media “Dante Alighieri” che hanno partecipato al Corepla School Contest”.

Presenti in conferenza stampa anche gli studenti della classe III B che, insieme ai docenti Luciana Buscaglia, Eloisa Giannantoni e Maria Adele Abrogioni (oggi accompagnati dalla dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Spoleto 1 Alessia Marini) si sono classificati primi in Umbria e secondi a livello nazionale (oltre 500 le classi partecipanti per un totale di 10.700 ragazzi e ragazze) lavorando sul tema della raccolta differenziata e del riciclo degli imballaggi in plastica.

“Avete fatto un percorso importante – ha dichiarato il Sindaco de Augustinis rivolgendosi agli studenti – Abbiamo bisogno di rimettere in asse il nostro sistema, dando ciascuno il proprio contributo, perché l’ambiente che abbiamo intorno è il nostro e abbiamo il dovere di preservarlo.

La corretta gestione dei rifiuti rappresenta una bellissima scommessa, che in altri paesi europei è stata già vinta. Dobbiamo riuscirci anche noi a Spoleto, trasformando finalmente i rifiuti in risorse”.

“Siate pronti, studiate, acquisite competenze perché nel vostro futuro questo sarà sempre più importante – è stato l’intervento del Presidente VUS Dolci – Cercheremo di organizzare un incontro per mostrarvi come da 40.000 tonnellate di organico riusciamo a produrre 4 milioni di metri cubi di gas. Dobbiamo costruire il futuro partendo da fatti come questo e dobbiamo farlo con il vostro aiuto”.

“Dobbiamo ridurre il consumo di plastica – ha dichiarato il direttore generale VUS Walter Rossi – in questi dieci anni, ossia dal 2009 a oggi, attraverso le nostre fontanelle a piazza D’Armi e a San Giacomo abbiamo erogato 8.500.000 litri di acqua, con una diminuzione del consumo di plastica pari a 270 tonnellate. Dobbiamo migliorare, continuando però in questa direzione e cercando sul territorio il massimo coinvolgimento di tutti i soggetti interessati”.

One Response

  1. Oltre alle fontanelle a pagamento, bisognerebbe anche incrementare quelle pubbliche, sparse per la citta’.
    All’inizio delle Logge ,dove prima c’era un chiosco per la vendita dei fiori, c’è una fontanella chiusa da anni.
    Perché non riaprirla, dopo che anche quella a metà di via Mameli è chiusa da decenni ? Questa zona della città è
    completamente sprovvista di fontanelle…..Basti pensare che nella zona che parte da Piazza Campello fino a via Monterone e zona S.Carlo ce ne sono ben 6 !!! Contatele e vedrete …..

I commenti sono chiusi.