Spoleto, volti noti della politica che non si sono candidati

Oltre il caso Wolfgang Bernelli e l’incredibile uscita di scena del M5s di Tommaso Biondi, le elezioni amministrative 2018 segnano anche l’uscita di scena di alcuni volti noti della politica cittadina. Se si tratti di un giro di riposo o di un addio saranno gli anni a dirlo, in politica niente è definitivo.

Nelle undici liste che si sfideranno col voto del 10 giugno non compare il presidente del consiglio comunale Giampiero Panfili, che alla fine non si è candidato con Rinnovamento, che appoggia Umberto De Augustinis col centrodestra. Panfili, infatti, non nasconde le sue simpatie per la candidatura del centrosinistra di Camilla Laureti.

Fuori dai giochi anche l’assessore Vincenza Campagnani, pure lei salta un turno ma viene data come vicina alla Laureti. Della giunta non si ricandida neanche l’assessore Corrado Castrovillari.

Tra gli oltre 250 candidati al consiglio comunale non c’è neanche il consigliere Aliero Dominici, considerato il portafortuna della politica cittadina: nelle ultime due elezioni si è sempre candidato con lo schieramento che ha poi vinto (prima Benedetti e poi Cardarelli), salvo puntualmente uscire dalle relative maggioranze pochi mesi dopo.

Per la prima volta dopo molti anni non si è candidato neanche Maurizio Hanke, mentre tra i consiglieri comunali passano la mano anche Laura Zampa e Dante Andrea Rossi. I due non sono nella lista del Partito democratico, perché non hanno condiviso l’appoggio alla candidatura della Laureti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 1 =