Spoleto, in città il convegno: “Le NTC 2018 e la ricostruzione: le principali novità”

Le NTC 2018 e la ricostruzione: le principali novità» è il titolo del convegno, organizzato dalla Regione Umbria Servizio Rischio Sismico e dall’Ufficio Speciale Ricostruzione – Umbria, che si svolgerà a Spoleto il 13 aprile p.v. al teatro nuovo ‘Giancarlo Menotti’ per approfondire gli aspetti della ricostruzione successiva agli eventi sismici del 2016 che hanno interessato anche l’Umbria, con particolare riferimento all’Alta Valnerina.

Dopo la registrazione dei partecipanti prevista a partire dalle ore 9:00 seguiranno, alle ore 9:30, i saluti istituzionali del vice sindaco di Spoleto Maria Elena Bececco, della Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, di Roberto Baliani presidente della Rete Professioni Tecniche e di Sante Tulli, vice presidente dell’Associazione nazionale costruttori edili.

Numerosi gli interventi programmati nella giornata a partire dalle ore 10:10 con Alfiero Moretti, coordinatore dell’Ufficio Speciale Ricostruzione – Umbria che farà il punto sulla ricostruzione mentre Francesca Pazzaglia, dirigente ricostruzione dell’USR – Umbria e Gianluca Fagotti, responsabile sezione erogazione contributi privati USR – Umbria, illustreranno rispettivamente le principali ordinanze commissariali e gli aspetti rilevanti delle norme tecniche di costruzione. Concluderà la prima fase dei lavori Alessandro De Maria, del Servizio Rischio Sismico della Regione Umbria, con una relazione sugli edifici esistenti in muratura secondo le NTC 2018.

Nella seconda parte della mattinata interverranno Elisabetta Aisa del Servizio Rischio Sismico della Regione Umbria che analizzerà il danneggiamento causato dal sisma negli edifici ordinari nel centro storico di Norcia. Seguirà l’intervento di Marìca Mercalli, direttore Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria sulla tutela dei beni culturali mentre Antonio Borri del Comitato Tecnico Scientifico affronterà la tematica della sicurezza del patrimonio artistico e culturale. La sintesi tra questi due aspetti è affidata a Diego Zurli, direttore regionale direzione governo del territorio e paesaggio, protezione civile, infrastrutture e mobilità. Seguirà l’intervento di Massimo Mariani del Comitato Tecnico Scientifico della Struttura del Commissario Straordinario su ‘Fatica, isteresi e memoria del danno da sisma. Rigenerazione delle strutture’.

I lavori, nel pomeriggio, riprenderanno alle ore 15:00 con gli interventi di Mauro Dolce del Comitato Tecnico Scientifico della Struttura del Commissario Straordinario, di Marco Mezzi del Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale, di Paolo Ruggeri di GES-Università Politecnica delle Marche e di Francesco Savi del Servizio Rischio Sismico della Regione Umbria che si soffermeranno su diverse tematiche: dall’isolamento sismico agli aspetti geologici, dalla geotecnica al quadro generale delle NTC 2018.

Alle 16:20, al termine degli interventi programmati, il dibattito e le conclusioni dell’intensa giornata di approfondimento.

L’iniziativa è patrocinata dal comune di Spoleto, dalla Rete delle Professioni Tecniche, dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia e della Provincia di Terni, dall’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Perugia e di Terni, dall’Ordine dei Geologi della Regione Umbria, dal Collegio Provinciale Geometri e Geometri laureati delle province di Perugia e di Terni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − nove =