Spoleto, il comune rinnova protocollo d’intesa con ordine dei geologi umbro

Nel 2015 Spoleto è stato il primo Comune in Umbria a sottoscrivere l’accordo per la formazione e l’aggiornamento professionale continuo per geologi

Rinnovato il protocollo d’intesa per la formazione e l’aggiornamento professionale continuo per geologi. L’accordo di convenzione e cooperazione è stato firmato questa mattina a Palazzo Comunale dal Presidente dell’Ordine dei Geologi della Regione Umbria Filippo Guidobaldi e dal vicesindaco Maria Elena Bececco.

“Si tratta di un accordo che dà continuità alle attività che, in questi anni, abbiamo organizzato insieme all’Ordine dei Geologi nel campo della divulgazione tecnico-scientifica – ha dichiarato il vicesindaco Bececco – Attraverso il rinnovo di questo protocollo di intesa vogliamo continuare a favorire lo sviluppo e la diffusione di occasioni di confronto scientifico e culturale, con l’obiettivo di accrescere anche la competenza professionale dei nostri Uffici comunali”.

A riguardo l’Ordine dei Geologi e il Comune di Spoleto si impegnano a definire periodicamente un programma di eventi, seminari, corsi, convegni e, più in generale, qualsiasi altro tipo di attività formativa avente ad oggetto lo studio e l’approfondimento di argomenti o tematiche settoriali, per fare di Spoleto uno dei punti di riferimento del territorio umbro in questo settore.

“La collaborazione tra ordini professionali e amministrazione comunale – sono state le parole del Presidente Guidobaldi – è molto importante, anche per avviare percorsi di formazione professionale e aggiornamento continuo. In quest’ottica Spoleto è al centro di un bacino molto vasto, che va da Foligno a Terni che può facilitare l’organizzazione di seminari e occasioni di confronto rivolti ai geologi umbri”.

L’Ordine dei Geologi della Regione Umbria ha, pertanto, l’onere di favorire, in termini numerici e qualitativi, mediante iniziative di cooperazione, le occasioni formative per i propri iscritti, anche in convenzione con altri soggetti dotati di determinati requisiti istituzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *