Spoleto, Marconi perde al tie break contro Santa Croce

Arriva comunque il primo punto in Pool A e la conferma che l squadra vuole lottare fino in fondo per i playoff

Sprazzi di vera Monini a Santa Croce. Gli oleari giocano un primo set sotto tono ma poi crescono in modo esponenziale fino a mettere alle corde una delle migliori formazioni del campionato dominando in lungo e in largo il terzo e quarto set. Nel tie break grande reazione quando tutto sembrava perduto, poi sono arrivate le manone di capitan Elia a muro che hanno decretato la vittoria dei Lupi, a cui va il grande merito di aver reagito dopo la rimonta ospite. Arriva comunque il primo punto in questa Pool A, arriva soprattutto la conferma che un po’ tutti si aspettavano, e cioè che questa squadra vuole lottare fino in fondo per i playoff. Il sesto posto della Centrale del Latte Brescia dista adesso 3 lunghezze.

La cronaca – Monini Spoleto schierata in campo con Corvetta e Raic palleggiatore-opposto, Galliani e Bertoli in banda, Zamagni e Van Berkel centrai, Bari libero. Totire sceglie Colli in banda in coppia con Hage e Benaglia al centro insieme a capitan Elia. I due opposti Wagner e Raic (entrambi mancini) cominciano subito a scaldare la mano, il primo break lo scava però l’altro brasiliano toscano Hage col servizio (9-6). C’è il time out per coach Monti quando Galliani sbaglia la pipe (12-8), Santa Croce però allunga con l’ace di Benaglia e in casa olearia c’è il cambio Mariano-Galliani. Massimo vantaggio per i locali quando Bertoli riceve in palleggio una palla troppo bassa commettendo fallo, poi inizia l’Hage show e il primo set prende definitivamente la strada di casa (25-17).

Mariano rimane in campo anche nel secondo periodo, suo il mani-out che consegna il doppio vantaggio alla Monini (1-3) ma che viene subito annullato dall’ace di Colli. Bel muro di Raic su Hage che riporta avanti gli ospiti di uno, di lì a poco si scatena Wagner al servizio e per la Monini sono dolori: break di 5-0 chiuso dal muro di Acquarone su Bertoli, Monti toglie dal campo il suo schiacciatore ed inserisce Agostini nel tentativo di fermare l’emorragia. Effettivamente una reazione arriva, con due muri perentori sugli attaccanti biancorossi, ma gli oleari non riescono a capitalizzare le due ricostruzioni successive. Un regalo arriva dal fallo di seconda linea di Wagner, 17-15 e time out per Totire, Spoleto prende un po’ di fiducia e con Raic si porta a meno uno ma spreca ancora i due attacchi successivi scivolando di nuovo a meno 4. Il set non è finito, la Monini ha ancora la forza di rimontare fino al pareggio mostrando finalmente i muscoli anche in difesa, ma purtroppo si perde ancora sul più bello subendo l’ace del neo entrato Zonca e salutando anche il secondo set.

Il time out di Monti interrompe il terzo set sul 5-2 per i Lupi, il tecnico oleario gioca anche la carta Di Renzo come libero di difesa e vede i suoi riagguantare la parità a quota 9 grazie alla battuta corta di Corvetta. Zamagni dal centro è una certezza, il suo compagno di reparto in questa fase è Cubito che con un primo tempo a terra e un muro su Wagner regala 4 punti di vantaggio ai suoi (14-18). Con due ottimi attacchi di Raic e un altro ace del suo capitano, Spoleto tocca quota 23 staccando di sette lunghezze gli avversari, l’ultimo punto del set è un servizio lungo di Colli. Spoleto torna in partita.

Con Zonca e Miscione in campo per Colli e Benaglia, la Kemas inizia bene il quarto parziale (doppio muro proprio dei neo entrati) ma ora c’è battaglia a viso aperto con Spoleto che non sta a guardare e restituisce i due “favori” agli avversari (5-7). I time out di Totire non cambiano l’inerzia di un set che la Monini Marconi gioca decisamente molto bene sfruttando alla perfezione le tante imprecisioni avversarie e mandando con continuità a bersaglio Ivan Raic. E’ un vero e proprio show oleario che si conclude sul 15-25 con un mani out di Mariano. Il tie break è servito.
Wagner, uscito nel quarto periodo per Tamburo, ritrova il posto in sestetto e scrive il 3-1 con un ace. Spoleto risponde con un muro a uno di Bertoli su Hage e un fantastico attacco di Raic su ricostruzione difensiva. Al cambio di campo la Monini conduce 8-6, Santa Croce però si ricompatta e piazza un break importante con Zonca al servizio. Non è finita, due bombe al servizio di Bertoli generano altrettanti errori in attacco di Wagner e la parità a quota 14, poi però un muro di Elia su Mariano scrive i titoli di coda e fa masticare amarissimo la Monini.

Kemas Lamipel Santa Croce – Monini Spoleto 3-2 (25-17; 25-23; 18-25; 15-25; 16-14)
Kemas Lamipel Santa Croce: Elia 12, Benaglia 6, Acquarone 3, Wagner 25, Hage 12, Colli 8, Taliani (L), Zonca 3, Ciulli, Miscione 1, Tamburo 1, Polidori. All: Totire
Monini Spoleto: Zamagni 12, Bertoli 10, Raic 30, Van Berkel 4, Corvetta 2, Galliani, Bari (L), Di Renzo (L2), Mariano 12, Cubito 2, Agostini, Costanzi, Segoni, Katalan. All: Monti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − nove =