Spoleto, sfrattato Juri, il disabile che attendeva la rampa

Ricorderete sicuramente la storia di Juri Lilli, il ragazzo di 28 anni che all’improvviso si è ritrovato su una sedia a rotelle a seguito di una malattia rara e fulminea.

Una vita normale, fino al 20 luglio del 2016, quando improvvisamente scopre di avere una malattia rarissima, la malattia vascolare Schonlein-Hannoc,  che porta come conseguenza ad una polineuropatia ovvero una demineralizzazione sensoriale cronica.

Ci siamo occupati più volte di lui, e nell’ultima intervista Juri ci aveva detto di aspettare speranzoso una rampa mobile per poter uscire più agevolmente dalla sua casa popolare al piano rialzato sita in via 3 Settembre.

Nonostante le tante promesse la rampa non si è vista, ma in compenso è arrivata proprio in questi giorni l’intimazione di sfratto per morosità.

E’ superfluo immaginare la situazione di disagio nella quale Juri e famiglia si sono trovati nel vedersi recapitare l’intimazione dal Tribunale di Spoleto, che li convoca inoltre  per un’udienza  il prossimo 23 febbraio allo scopo di convalidare lo sfratto.

La somma dovuta all’Ater si aggira intorno ai 1400 euro.

Non resta che attendere gli sviluppi della vicenda che come comprensibile, ha gettato nella disperazione una famiglia già duramente provata.

2 Responses

  1. Qui dov’è il vice sindaco?invece di andare con la pelliccia di visone all’ inaugurazioni perché non da una mano a questo Ragazzo disabile con molti problemi economici,io xchè Vivo solo con 600 euro al mese e mi trovo con un bimbo piccolo,se no 1400 euro li davo molto volentieri per non fargli perdere la casa, volevo fare i complimenti al grande Giudice, bravissimo,è vero che gli affitti vanno pagati,ma li c’è un problema serio,io credo che si poteva dare anche del tempo x farlo pagare!!che vergogna,ma come fate a dormire la notte??!;;!!

  2. Noi manteniamo aiutiamo ogni giorno gli extracomunitari,che stanno dalla mattina alla sera in piazza Vittoria a giocare,fumare,dandogli 30euro al giorno, perché questa gente la paghiamo noi no il comune o lo stato,e non avete i soldi (1400euro)x aiutare un ragazzo con gravi problematiche,ma non vi fate schifo?? vergognatevi!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 7 =