Cronaca In evidenza

Spoleto, torna la rassegna di teatro famiglia “La Domenica dei Sogni”

teatro_famiglia

Ideata da Vincenzo Cerami nel 2009 per promuovere l’amore per il teatro tra le giovani generazioni

Nata per offrire ai bambini e alle famiglie allegri pomeriggi domenicali, la manifestazione per tutto il periodo invernale ospiterà a Spoleto le migliori compagnie d’Italia che hanno ricevuto premi prestigiosi e che hanno effettuato tournèe in tutto il mondo. Location della rassegna sarà il Teatro Nuovo “Gian Carlo Menotti” dove la domenica, sempre alle ore 16.30, si svolgeranno gli spettacoli.

Sette gli appuntamenti teatrali che affronteranno quest’anno la tematica del disagio giovanile, prestando una particolare attenzione ai rapporti familiari e scolastici. Una rassegna pensata per interessare e far partecipare diverse fasce di età: dai bambini della scuola materna, a quelli della scuola dell’infanzia fino ai ragazzi delle scuole primarie cui, per la prima volta, si è scelto di dedicare uno specifico spettacolo (“Fuori classe” in programma il 25 febbraio), inserendone altri due (“Ho un lupo nella pancia” – 5 novembre; “Tutto in una bolla” – 4 marzo 2018) che possono essere visti e goduti anche dai ragazzi di questa particolare età preadolescenziale.

“Siamo arrivati all’edizione numero 10 della rassegna teatrale “La Domenica dei Sogni” – sono state le parole dell’Assessore alla cultura e al turismo Camilla Laureti – La forza della cultura e del linguaggio teatrale supera barriere e contribuisce a formare una sensibilità e una coscienza che crediamo possano essere centrali per i giovani e per i bambini della nostra città’.

Quest’anno affrontiamo un tema, quello del disagio giovanile, che è vita quotidiana per molte famiglie – ha aggiunto l’Assessore Laureti – Una scelta che ha portato con sé la necessità di “allargare” il pubblico e diversificare gli spettacoli per fasce di età, nella convinzione che il teatro sia un mezzo potente per raccontare e affrontare queste tematiche ‘difficili’, che caratterizzano una delle fasi più delicate della crescita, quella dell’adolescenza. Siamo altrettanto convinti che accompagnare i “giovani adulti” in questa delicata fase sia compito, oltre che dei genitori, degli insegnanti e di tutti gli altri attori impegnati nel sociale, anche di una amministrazione che, come la nostra, mette la cultura tra le proprie priorità”.

Insieme alla rassegna inizieranno anche gli appuntamenti con la mediazione teatrale a Palazzo Mauri. Ogni sabato antecedente lo spettacolo a partire dal 21 ottobre, nei locali della Biblioteca Comunale dalle ore 11.00 alle 12.00, si svolgeranno gli incontri con gli insegnanti Lorella Natalizi e Mauro Pietrini dell’Associazione Teodelapio. In ogni incontro verranno valorizzati, attraverso una immagine, un brano del testo, un gioco teatrale, i grandi temi che gli spettacoli della rassegna portano con sé: l’amicizia, la relazione, le diversità, le insicurezze, la voglia di poesia, seguendo volta per volta la direzione della riflessione più consona all’incontro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − dieci =