Ex Novelli, la nuova proprietà ha un mese di tempo per evitare il fallimento

ex novelli

Slittata l’udienza al tribunale di Castrovillari che ha concesso ai Greco fino a metà novembre per migliorare il piano di concordato già bocciato

A metà novembre si capirà davvero se l’ex Novelli (oggi Alimentitaliani) è destinata al fallimento o se la nuova proprietà apporterà le modifiche necessarie al piano di concordato per superare la bocciatura del giudice del tribunale di Castrovillari.

L’udienza è infatti stata rinviata a metà novembre quando i legali della famiglia Greco, che ha rilevato al prezzo simbolico di un euro l’industria alimentare, tenteranno di convincere il giudice, con misure idonee, a omologare il concordato.

Nel mezzo c’è il vertice del 23 ottobre al ministero dello Sviluppo economico, dove si accomoderanno tutte le parti sociali, istituzionali e imprenditoriali per fare il punto sull’operazione compiuta a fine 2016, che ora rischia di naufragare clamorosamente mettendo a rischio 300 posti di lavoro in Umbria e altri 200 tra Lazio e Lombardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + quattro =