Notizie

Spoleto, Lecturae Dantis 2017: Venerdì 13 ottobre lettura del canto XIII del Paradiso

Lecturae Dantis 03

Assessore Laureti: “Incontri molto importanti soprattutto per i ragazzi”  

Prosegono gli incontri in biblioteca per la lettura integrale della Divina Commedia di Dante. Ogni venerdì pomeriggio alle ore 17 alla Biblioteca Comunale di palazzo Mauri è in programma il commento e la lettura di alcuni del Paradiso.  Per il 2017 la lettura si fermerà al XXII canto. Il prossimo incontro, venerdì 13 ottobre, è con il canto XIII.

La lettura è affidata all’attore Claudio Trionfi, il commento è a cura di vari docenti universitari, sotto il coordinamento del prof. Rodey John Lokaj.

L’iniziativa è organizzata dalla Biblioteca Comunale, in collaborazione con l’Accademia degli Ottusi (già Accademia Spoletina). Per tutta la durata dell’evento (ottobre-dicembre) è allestita un’esposizione di alcune edizioni della Divina Commedia possedute dalla biblioteca, a cominciare dall’incunabolo veneziano del 1484 contenente il commento di Cristoforo Landino.

“La lettura dei canti del paradiso nel 2017 – spiega l’assessore alla cultura Camilla Laureti -si chiuderà con il canto XXII per poi riprendere, il prossimo anno, con gli ultimi undici canti. Visto il successo dell’iniziativa è intenzione dell’amministrazione proseguire il ciclo ricominciando poi con lettura dell’Inferno. Grazie all’Accademia degli Ottusi, a tutto lo staff della Biblioteca e al coordinatore Rodney Lokaj per aver reso possibile questi incontri che riteniamo molto importanti perché leggere e comprendere Dante, insieme a grandi esperti, speriamo riesca a coinvolgere più cittadini possibile, a partire dai ragazzi che stanno studiando la Divina Commedia a scuola e che in queste letture possono trovare spunti e nuove riflessioni”.

L’Amministrazione comunale ha realizzato già nove cicli di Lecturae Dantis che hanno riguardato le prime due Cantiche della Commedia e i primi undici canti del Paradiso e che hanno visto l’intervento di qualificati attori e relatori. Un’esperienza quelle dalla Lectura Dantis che riprende grazie ad un rinnovato interesse per Dante e la sua opera.

 

La Lectura Dantis è una specifica forma di divulgazione ad alta voce dell’opera dantesca, storicamente ben definita e codificata, che prese avvio già nel XIV sec. ad opera di Giovanni Boccaccio e che si è naturalmente evoluta nel corso dei secoli, ma sempre nel solco della tradizione che vede strettamente interconnessi il momento della declamazione dei versi con quello del commento esegetico degli stessi. L’interpretazione e la declamazione pubblica è un’esperienza allo stesso tempo partecipativa e specialistica, che mira a incrementare e divulgare con profitto la tradizione degli studi danteschi coinvolgendo la cittadinanza.

IL PROGRAMMA DEGLI INCONTRI (data, canto e docente universitario cui è affidato il commento)

  • 20 ottobre, canto 14, Roberto Deidier, prof. ordinario di letterature comparate, “Kore” di Enna
  • 27 ottobre, canto 15, Roberto Mercuri, prof. ordinario di letteratura italiana, Roma Sapienza; socio della Società Dantesca Italiana
  • 3 novembre, canto 16, Rodney Lokaj, prof. associato di filologia italiana, Enna Kore; socio Società Dantesca Italiana
  • 10 novembre, canto 17, Roberto Mercuri, professore ordinario di letteratura italiana, Roma Sapienza; socio della Società Dantesca Italiana
  • 17 novembre, canto 18, Elio Pecora, poeta, saggista, critico letterario
  • 24 novembre, canto 19, Roberto Mercuri, professore ordinario di letteratura italiana, Roma Sapienza; socio della Società Dantesca Italiana
  • 1 dicembre, canto 20, Sonia Gentili, professoressa associata di letteratura italiana, Roma Sapienza
  • 15 dicembre, canto 21, Rodney Lokaj, prof. associato di filologia italiana, Enna Kore; socio della Società Dantesca Italiana
  • 21 o 22 dicembre, canto 22, Roberto Mercuri, professore ordinario di letteratura italiana, Roma Sapienza; socio della Società Dantesca Italiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 3 =