Notizie

A Spoleto la prima Summer School del centro Italia dove si insegna la robotica ai bambini

1438852964_6_Inirobot-thymio-ecoliers

Tre giorni di robotica educativa per stimolare l’uso consapevole delle nuove tecnologie

A scuola di innovazione: dal 23 al 25 agosto si terrà la prima edizione della Summer School di Robotica dedicata ad adulti e bambini.

Il corso intensivo che avrà luogo a Spoleto rappresenta una grande novità perché, per la prima volta, una città del centro Italia si appresta a diventare palcoscenico privilegiato per l’insegnamento della robotica ai bambini. 

La scelta del posto non è casuale: il corso è infatti a cura di Idea Robotica, realtà tutta spoletina che ha tra i suoi obiettivi proprio l’insegnamento delle nuove tecnologie e che, insieme a Scuola di Robotica — associazione che oggi rappresenta un punto di riferimento nel settore — vuole gettare le basi di una disciplina che si propone di rivoluzionare, in pochi anni, la vita di tutti.

Nel dettaglio, la Summer School si concentra sulla robotica educativa: un approccio semplice e pratico alla robotica che si propone di fare formazione e stimolare un uso consapevole e positivo delle nuove tecnologie, anziché subirle. 

Il corso prevede due programmi: uno dedicato agli adulti, in particolare ai docenti e agli educatori di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, per studiare la materia e per introdurla nelle istituzioni pubbliche e private attraverso metodologie e processi innovativi a basso costo e utili per l’insegnamento.

Ma la novità è rappresentata dal programma per bambini, dai 6 ai 13 anni, e si concentra sulla costruzione di una Smart Farm, cioè la robotica nelle fattorie. I bambini impareranno come applicare le nuove tecnologie a una delle attività più antiche dell’uomo. Per farlo, lavoreranno a stretto contatto con la natura e con la robotica: una visita a una vera fattoria didattica gli mostrerà in cosa consiste l’allevamento e la cura per gli animali e gli farà capire come riprodurre fedelmente tutte le principali componenti nella loro fattoria intelligente, utilizzando strumenti e tecnologie come Blue Bot, Lego WeDo e Cubetto, ma anche i Diodi LED e i pannelli fotovoltaici, i Lego NXT, Arduino e la sensoristica ad hoc. 

Un modo di avvicinare i più piccoli al virtuale per vivere meglio il reale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 5 =