Spoleto, Lucidi (M5S) sul catrame in piazza Torre dell’Olio: “Cambiamo il nome in Piazza Torre del Petrolio” (FOTO)

Riceviamo e pubblichiamo dal senatore Stefano Lucidi (M5S):
Da qualche giorno, senza informare nessuno, la piazza Torre dell’Olio, nella parte verso la Torre è stata ricoperta da uno strato di catrame degno del peggior parcheggio di periferia della peggiore città dimenticata.

Qui invece siamo a Spoleto, e questa piazza dovrebbe essere luogo di incontro, invece al momento data anche la forte calura, è impossibile anche sedersi sulle panchine, visto il ribollire della gettata bituminosa.
Le immagini mostrano chiaramente un lavoro fatto a dir poco in maniera superficiale, con il  materiale bituminoso, finito nelle aiuole e sull’erba, strabordante non solo verso il verde ma anche verso le ringhiere in maniera sciatta.
Una piazza che è difficile davvero guardare adesso, tanto fastidiosa alla vista appare.
Le persone che più su quella piazza insistono, residenti e commercianti, non sono informati su come proseguiranno i lavori e si teme che questa versione sia quella finale.
Spero davvero che non sia così, ma che per un non ben precisato e giustificato motivo tecnico, questa sistemazione sia soltanto temporanea. E qui l’amministrazione dovrebbe dire la sua.
Ogni piazza della nostra città, del nostro centro storico, sarebbe degna di un concorso di idee, tanto belle sono, ma qui nell’attesa di risposte l’unica parola che viene in mente è VERGOGNA.
 
Se il Sindaco ci dirà che questa sistemazione è definitiva allora cambiamo il nome della piazza in Piazza Torre del Petrolio, in questo modo non tradiremo le aspettative dei turisti.
 
Stefano Lucidi
GUARDA LA GALLERIA:
navigate_before
navigate_next

2 Responses

  1. ci sono state tante lamentele per lo schifo fatto alla piazza torre dell.olio ho fatto presente che non e più una piazza per bambini

  2. E’ una piazzetta, non una piazza, e comunque meglio l’asfalto che le buche, ed i bambini hanno altri luoghi per giocare che non pochi mq…. vicino ad una strada frequentata da macchine. Perché ci lamentiamo sempre sia che non si faccia mai niente, sia che si faccia qualcosa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *